Le proprietà CRAP nel design

Quelli che mi conoscono sanno bene ormai quanto io sia appassionato di design e questa volta nel senso più generale del termine. Secondo la mia opinione il design è una delle massime espressioni dell’ingegno umano, perché porta un’idea alla portata di tutti, rende un sogno funzionale e utilizzabile. Non ci si improvvisa designer, servono studio, pratica, curiosità e regole, come sono appunto le proprietà CRAP nel design.

C.R.A.P. rappresenta un acronimo e sta per Contrasto | Ripetizione | Allineamento | Prossimità.

Cosa è il design?

Pur essendo in Italia la figura del designer ben lontana ancora dall’entrare a far parte del processo di business, si sente sempre più spesso, soprattutto nel settore web, parlare di design, nello specifico di design del sito, design della pagina, web designer…designer, designer, designer. Il designer è colui che fa design, che letteralmente significa progetto. Ecco la prova alla mia precedente asserzione: come è possibile dar vita a qualsiasi cosa, da un’idea a un oggetto, a un utensile, un palazzo, senza prima “progettarlo”, ovvero riflettere su ciò che si sta per fare?

All’inizio della mia carriera professionale, nonostante i tanti corsi e studi, quando mi veniva assegnato un progetto mi buttavo a capofitto davanti al computer e iniziavo a produrre. Cosa? Qualsiasi cosa! Con il tempo ho capito che prima di passare alla tastiera occorreva fermarsi, riflettere, scarabocchiare, insomma progettare. E’ in quel preciso momento che si inizia a diventare designer: quando realizzi che prima di tutto devi riflettere, pianificare, osservare, ricercare, sbagliare e ricominciare.

Tuttavia come ogni disciplina che si rispetti anche il design ha le sue regole, prima tra tutte quella di rendere l’idea fruibile a tutti.

Cosa significa?

Vi faccio un esempio che mio padre mi fece tanti anni fa, quando ero ancora studente di ingegneria: la differenza tra arte e design è proprio nella loro comprensione. L’arte non ha bisogno di essere spiegata, non si deve assolutamente darle un senso. Ognuno di noi, di fronte ad un quadro, a una scultura, la percepisce, la comprende e la interpreta secondo i suoi strumenti.

Il design al contrario non deve lasciare spazio a incertezze. Non possiamo permetterci il lusso di non far capire immediatamente a cosa serva un cucchiaio, una sedia, oppure di non far capire ai muratori come costruire una casa o ancora non far capire subito ad un utente cosa offriamo sul nostro sito web. Capite quindi che quando si parla di design occorre dare la possibilità a tutti, indipendentemente dalla cultura, dall’istruzione, dalle esperienze, di comprendere la nostra idea.

Le proprietà C.R.A.P. nel design

Lo spunto per questo articolo me lo ha dato una infografica che voglio riproporre qui, basata sul libro “Non-Designer’s Design Book“, nel quale si illustrano 4 principi fondamentali che ogni buon designer dovrebbe seguire per rendere i propri lavori impeccabili, ve li riassumo di seguito:

  1. CONTRASTO: Utilizza il contrasto per dirigere l’attenzione del visitatore e creare la distinzione tra gli elementi. Una mancanza di contrasto può rendere il design meno lucido e difficile da navigare. Il contrasto deve essere sfruttato sia per gli elementi grafici che per quelli tipografici.
  2. RIPETIZIONE: La ripetizione è la chiave per design attraenti e coerenti. Ripetere i colori, i trattamenti di testo e la grafica per creare connessioni visive e creare un forte stile visivo.
  3. ALLINEAMENTO: Ogni elemento della tua pagina dovrebbe essere posizionato intenzionalmente, non posto arbitrariamente. Allineare gli oggetti, se necessario, sia verticalmente che orizzontalmente. Ricorda che gli allineamenti sono uno strumento di comunicazione. Molti disegni sono costruiti su griglie perfette, pixel perfetti, ma altri utilizzano layout più organici per trasmettere un tono più naturale o casuale.
  4. PROSSIMITÀ: Il principio di prossimità afferma che oggetti o elementi che sono correlati appartengono alla pagina. Utilizza raggruppamenti logici di grafica e di messaggi per trasmettere relazioni contestuali e mettere larghi spazi vuoti tra elementi che devono essere distinti.

Grazie a a queste proprietà CRAP nel design sarete in grado anche voi di realizzare layout funzionali, di livello professionale e di grande impatto.

Utilizzate già queste regole? Cosa ne pensate?

crap-infographic

Sommario
Come diventare un designer migliore con le proprietà CRAP nel design
Nome Articolo
Come diventare un designer migliore con le proprietà CRAP nel design
Descrizione
Le proprietà CRAP nel design rappresentano il punto di partenza per diventare un designer migliore, indipendentemente dal settore in cui si opera.
Autore
Nome Editore
ideaGrafica
Logo Editore
Share it